Cirmolo


Pinus cembra innovazione e tradizione

Informazioni generiche

Il pino cembro (Pinus cembra), detto anche semplicemente cembro o cirmolo, è un albero sempreverde aghifoglie del genere Pinus che vive sulle Alpi.

Il cirmolo è un albero di alta montagna ed è presente generalmente ad altitudini comprese tra i 1500 e 2200 m. Questa pianta, può raggiungere un’altezza di 20-30 metri, cresce molto lentamente e raggiunge un’età di 1000 e più anni.

Impieghi e proprietà

Per la sua facile lavorabilità, il legno di cirmolo viene utilizzato volentieri nei lavori di intaglio, per la tipica stube tirolese con decorazioni intagliate, per rivestimenti di pareti, per mobili, armadi e in particolare oggi viene utilizzato soprattutto per costruire letti e culle per bambini, data la sua capacità di garantire un buon riposo.

Inoltre il cembro è una delle poche specie nostrane con un significativo profumo aromatico, che perdura a lungo.

Nuove ricerche attribuiscono al legno di cembro effetti benefici sulla circolazione, sul sonno e sulla regolazione neurovegetativa.

Già i nostri nonni conoscevano le proprietà del legno di Cirmolo, appunto per questo le famose stube, che erano i locali in cui ci si rilassava dopo un’intensa giornata lavorativa, erano realizzate integralmente in questa essenza.

Diverse ricerche sul sonno hanno dimostrato che le persone che dormono in un letto di cirmolo, il giorno dopo si sentono più vitali e più riposate; in più è stata anche riscontrata una riduzione dei battiti cardiaci.

Il legno di cirmolo ha, inoltre, effetti antibatterici, le preziose sostanze contenute nel legno oggi si trovano anche sotto forma di oli essenziali o imbottiture per cuscini o sacchetti profumati.

Negli ultimi anni, alcuni studi dell’Istituto di diagnostica non invasiva del Joanneum Research (Weiz- Austri

a), hanno dimostrato scientificamente che respirare gli influssi profumati derivanti dal legno Cirmolo, migliora in modo significativo la qualità del sonno, rilassa e favorisce il recupero psicofisico in situazioni di affaticamento e stress.
Gli influssi benefici del legno di cirmolo si mantengono inalterati nel tempo.

Le Ricerche:

Influssi benefici del cirmolo sul sonno e sulla psiche(643 kb)
Azioni ed effetti bioinibitori(663 kb)

 “Il cirmolo di Mauro Corona”

Il Cirmolo resiste bene ai venti, e la neve, che alle alte quote e in grandi quantità scende su di lui, non riesce a spezzargli le braccia come a molti suoi fratelli. Come i raffinati ama le posizioni alte. Vive tra i 1800 e i 2000 metri e l’aria fine lo ha mondato dal superfluo, impregnandolo di essenze odorose…profuma così intensamente che neanche il

tarlo, terrore di tutti i legni, riesce a penetrarvi. Superata la corteccia, deve arrendersi e scappare ubriaco …
Annusando un tronco di Cirmolo si comprende quanto sia importante la vita sulla terra. C’è tutto in quell’odore: la montagna, il mare, i deserti, la voglia di vivere, la semplicità. Appendi un ramo di cirmolo in una stanza e ti porti in casa il bosco.
Anche l’abete bianco, signore degli alberi è conscio dell’importanza del cirmolo……basterebbe che spegnessero le radioline, si sedessero di fronte ad un albero e lo fissassero per dieci minuti soltanto.
Sentirebbero qualcosa di buono nascere in loro, come un schietta simpatia che s’affaccia improvvisa nei confronti di un amico.

La Corte d'inverno - (Some right reserved)